Biografia

Emanuele Giliberti architetto, scenografo e regista, si è laureato in Architettura a Firenze.

Svolge la sua attività professionale (con specializzazione in restauro) sia in Italia che all’estero. La sua attività spazia dal recupero di edifici storici (pubblici e privati), allo studio del recupero e del riutilizzo funzionale. Numerosi sono gli interventi progettuali dedicati alla realizzazione di strutture alberghiere.

Contemporaneamente alla professione di architetto ha iniziato ben presto a occuparsi di spettacolo e attività culturali. Inizia a lavorare come scenografo in teatro negli anni ’80 collaborando con registi come Glauco Mauri, Maurizio Nichetti, Krystoff Zanussi, Franco Però e presso importanti e prestigiose istituzioni come il Teatro Stabile di Parma e il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Per la sua attività di scenografo e regista teatrale e cinematografico ha lavorato con Rai, Mediaset e produzioni cinematografiche tra le quali Medusa, 01, Rodeo Drive, Alto Verbano.

In ambito culturale ha avuto numerose cariche e ruoli tra cui:

Direttore Artistico del Festival Teatro d’Attore, Chiesa di San Giovannello alla Giudecca in Ortigia (1988 – 1993);
Consigliere d’Amministrazione e Vice Presidente dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa (1993 – 1995/2003 – 2007);
Consigliere delegato alla produzione dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico per la stagione 2004 e incaricato per le manifestazioni dei Novantennio dell’ INDA;
Consulente Artistico dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico per la stagione 2014 e conseguente celebrazione del Centenario del Dramma Antico (2014);
Ideatore e Direttore Artistico del Premio Internazionale “Salvo Randone” città di Siracusa (2001 – 2005);
Direttore della Scuola di Teatro “Giusto Monaco” INDA (2001 – 2002);

Progetta e cura allestimenti di mostre in Italia e all’estero. I temi spaziano, tra l’altro, dall’architettura ( “Il segno barocco”, sul Barocco post terremoto in Sicilia, “L’architettura rurale e le sue testimonianze”) allo studio e divulgazione della cultura materiale ( “L’arte presepiale del Meridione” – mostra tenutasi a Madrid presso la casa di Galizia); (“Le ceramiche di Caltagirone” – mostra tenutasi a Parigi presso l’Istituto per il Commercio Estero, Avenue de Champs Elysee) alle arti figurative ( “Sironi e il suo tempo”, Cripta della Chiesa del Collegio Siracusa) al Teatro ( mostra “Le vesti di Medea” – Palazzo Greco INDA, “Nureyev e la sua storia” – una mostra itinerante, “Il mito di Maria Callas” – mostra itinerante).

Collabora con quotidiani e riviste su temi attinenti allo spettacolo e alla cultura più in generale. Ha all’attivo  numerose pubblicazioni.

——————

Emanuele Giliberti is an architect, a set designer and a director. He got his degree in Architecture at Florence University.

He carries on his professional activity (with specialization in architectural renovation) both in Italy then abroad. His activities range from the restoration of historic buildings (public and private) to the study of functional recovery and reuse. There’re a lot of his projects dedicated to the realization of hotels and different types of accommodation facilities.

Simultaneously with the profession of architect he began to be involved in the entertainment industry and cultural activities. He began working as a set designer in the theater in the ’80s, collaborating with very well known directors like Glauco Mauri, Maurizio Nichetti, Krystoff Zanussi, Franco Però at important and prestigious institutions like Teatro Stabile di Parma and Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. During his career as a set designer, theater and film director he worked for TV productions  RAI, Mediaset and film productions  Medusa, 01, Rodeo Drive, Alto Verbano.

In the cultural field  he holded many positions and roles including:

Artistic Director of Festival Teatro d’Attore, Chiesa di San Giovannello alla Giudecca in Ortigia (1988 – 1993); Board Member and Vice Chairman of the National Institute of the Ancient Drama of Syracuse (1993 – 1995/2003 – 2007); Managing Director of production for the National Institute of the Ancient Drama ( season 2004) and Artistic Director responsible for the events of the celebrations of the Nineties years of the National Institute of the Ancient Drama of Syracuse (INDA); Artistic Director of the National Institute of Ancient Drama for the season 2014 and subsequent celebration of the Centenary of the Ancient Drama (2014); Founder and Artistic Director of the “Salvo Randone” International Prize in Siracusa (2001-2005); Director of the “Giusto Monaco” Theater School INDA (2001 – 2002).

He projects and designs exhibitions in Italy and abroad. The themes range, among them we put accent on the ones, from architecture (“Il segno barocco” the Baroque post- earthquake in Sicily, “L’architettura rurale e le sue testimonianze”) from the study and divulging of material culture (“L’arte presepiale del Meridione” – exhibition held in Madrid at the Home of Galicia; “Le ceramiche di Caltagirone” – exhibition held in Paris at the Institute for Foreign Trade, Avenue Champs Elysee) to the figurative arts (“Sironi e il suo tempo”, Cripta della Chiesa del Collegio Siracusa) about the Theater (exhibition “Le vesti di Medea” – Palazzo Greco INDA, “Nureyev e la sua storia” , “Il mito di Maria Callas” – traveling exibitions).

He collaborates with different newspapers and magazines on topics related from architecture and design to entertainment and culture in general. His publications are raging in all fields of his work.